Confindustria Imperia
info@confindustria.imperia.it
confindustria.imperia@pec.uno.it
Viale Giacomo Matteotti 32
0183 650551 / 0183 650552

Ricadute occupazionali emergenza Covid-19

Audizione di Confindustria al Senato

Martedì 12 maggio Confindustria è stata audita presso la Commissione Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale del Senato, sul tema delle ricadute occupazionali dell'epidemia da Covid-19 (Atto n.453).



La tenuta dell'occupazione, che dai primi dati disponibili conferma un impatto molto forte sui settori del turismo e dei servizi, continuerà a essere sostenuta nei prossimi mesi da due fattori:

  • L'utilizzo dello Smartworking, per quelle mansioni che non richiedono la presenza fisica del lavoratore nel luogo di lavoro.
    In merito abbiamo evidenziato come l’attuale disciplina, derivante dal DPCM 26 aprile - in scadenza il 17 maggio - che prescinde dagli accordi individuali, andrebbe prorogata dal momento che anche qualora si optasse per l'applicazione integrale delle norme dettate dalla Legge n. 81/2017 che regola l'istituto, queste ultime comportano la definizione di accordi individuali per i quali occorrerebbe dare il tempo alle imprese di definirli con i lavoratori.
  • L'attivazione massiccia e repentina di strumenti di integrazione al reddito, come la Cassa Integrazione. Su questo secondo aspetto abbiamo evidenziato la necessità di intervenire sul sistema degli ammortizzatori sociali al fine di rafforzare la “diga” a difesa della nostra economia di fronte a situazioni di crisi, quali quella attuale, definendo fin d’ora il quadro delle prossime azioni.

Inoltre, abbiamo chiesto che almeno nella fase dell’auspicabile ripresa, vengano allentati i numerosi vincoli che caratterizzano l’utilizzo dei contratti “flessibili” (a termine e della somministrazione a termine in primis) per consentire alle imprese di avvicinarsi per gradi ai livelli di produzione pre-emergenza.

 

Infine, sul tema del riconoscimento del contagio da Covid-19 come infortunio sul lavoro, abbiamo ribadito che occorre introdurre una norma che, escludendo l’obbligo di valutare i rischi, escluda anche la responsabilità civile e penale del datore di lavoro e della persona giuridica. È necessaria una disposizione che escluda dagli obblighi prevenzionali del datore di lavoro i fattori esterni non introdotti in impresa dal datore stesso per lo svolgimento dell’attività imprenditoriale, ma i cui effetti sono legati per dinamiche esterne non controllabili.


Documento allegato: Commissione Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale

Confindustria Imperia
info@confindustria.imperia.it
confindustria.imperia@pec.uno.it
Viale Giacomo Matteotti 32
0183 650551 / 0183 650552
Confindustria Imperia
info@confindustria.imperia.it
confindustria.imperia@pec.uno.it
Viale Giacomo Matteotti 32
0183 650551 / 0183 650552